sabato 24 settembre 2022

3 anni

 Cari amici di nonno,

speriamo che state tutti bene.

Oggi sono tre anni che il nonno non c’è più. Mi ricordo come fosse ieri, il girono più doloroso nella mia vita. Da un altra parte anche il giorno più intimo, stando vicino a lui fino il suo ultimo respiro. In Germania si dice “Zeit heilt alle Wunden”, vuol dire che con il tempo guarisce la ferita. Per me purtroppo non è vero. Fa male come tre anni fa. Il pensiero di non poterlo toccare mai più, di non ridere insieme a lui, di non sentire più la sua voce è di non ascoltare più a i suoi racconti, mi fa male al cuore. Vorrei tanto vederlo fare il pazzo insieme al suo bisnipote. E mi dispiace cosi tanto che il mio figlio lo conosce solo dalle foto e i racconti. A volte mi sembra che la vita non potrà mai più essere “perfetta” per me, perché mancherà sempre un pezzo del mio cuore, che è stato distrutto con la sua morte. Purtroppo so che il nonno questo non vorrebbe e sento spesso la sua presenza. Come tutti noi, cerco di fare il meglio della mia vita perché voglio che sia fiero di me, quel giorno quando lo “rivedrò”. La cosa più importante è che lui sia felice dove si trova e che non sia mai dimenticato. Per questo sono molto contenta che lo pensate ancora e sono sicura, che anche lui è contento. 

Vi pensiamo e grazie per la amicizia che avete avuto con lui. Cristina e Annamaria

6 commenti:

  1. Care Cristina e Annamaria, mi fa molto piacere trovare un nuovo post sulla pagina di Vincenzo in un'occasione importante. Il suo ricordo non si attenua, come scrivevo qualche giorno fa sul post precedente; non lo dimentico. Gli vorrò sempre bene. Abbiate cura del suo blog, non abbandonatelo, quando i nipoti cresceranno potranno conoscerlo un po' leggendo le sue pagine. È la sua memoria, il suo lascito. Vi abbraccio con tanto affetto, Mariella.

    RispondiElimina
  2. La commozione profonda che ho provato leggendo queste vostre parole... non lo riesco ad esprimere.
    Comprendo ogni parola.
    Impossibile dimenticarlo anche per me.
    Grazie. ❤

    RispondiElimina
  3. Carissime, grazie per questi piccoli post con i quali tenete idealmente in vita questo luogo tanto caro a Vincenzo. Anche noi tutti, sebbene non lo abbiamo frequentato di persona, non lo dimentichiamo. Segno della sua capacità di essere amico e dispensatore di parole costruttive ed edificanti. Io gli feci un'intervista nel mio blog. Un bellissimo ricordo.

    RispondiElimina
  4. Carissime, grazie per questo bel ricordo del nonno e marito. Lo ricordo anch'io con gratitudine e affetto.
    sinforosa

    RispondiElimina
  5. Chi ha 'conosciuto' vostro nonno, non potrà mai dimenticarlo

    RispondiElimina