venerdì 22 gennaio 2021

Bisogno di assoluto

Cari amici del nonno,

spero prima di tutto che stiate tutti bene in questo momento cosi difficile.  Mi dispiace vedere che estranei sporcano il suo blog, ho cancellato tutto. A noi dispiace chiuderlo, perché e come se ci fosse ancora lui... 

Lego speso le poesie del nonno e vi mando una.


BISOGNO DI ASSOLUTO


Ho bisogno, maledetto bisogno

di assoluto, non mi fermo

mai ai suoi confini, vado oltre e poi ancora oltre,

perché in mezzo, più in mezzo, in fondo, più in fondo, 

in alto, più in alto, non so

c´è l`eterno assoluto, il momento perfetto

che ferma l´ora dell´Universo.

Mi ci distruggo l´anima e la testa

rincorrendo questo traguardo 

che non arriva mai.


Un saluto caro della parte mia e la mia famiglia.

A presto, Cristina e Annamaria

9 commenti:

  1. Carissima Cristina,
    ti ringrazio di cuore per essere riuscita ad eliminare tutta quella serie di commenti indecenti che erano rimasti sul post precedente. Ci tengo a precisare che con il mio commento avevo suggerito non di chiudere il blog, ma di chiudere temporaneamente ai commenti, visto che ultimamente gli anonimi e i fake avevano preso di mira il blog.
    Purtroppo ultimamente questi attacchi si sono intensificati un po' ovunque e chiudendo agli anonimi si cerca un rimedio.
    Non vorrei mai che questo spazio venisse eliminato e sono certa di parlare a nome di tutti gli amici di tuo nonno che continuano a passare di qui.
    Grazie per la bella poesia lasciata che ancora una volta dimostra la grandezza della poesia di Vincenzo.
    Un abbraccio a te, Annamaria e a tutta la famiglia.
    Mariella

    RispondiElimina
  2. Che bello e che emozione rivedere un post che "arriva" da Vincenzo, grazie e un abbraccio a voi, mentre il pensiero vola a Vincenzo.
    sinforosa

    RispondiElimina
  3. Carissime, sapeste quante volte penso a cosa direbbe Vincenzo del covid e della situazione in cui si trova tutto il mondo.
    Ci sarebbe anche da ridere leggendo i fulmini che lancerebbe ai vari capoccioni, ma ci sarebbe anche da pensare perchè ci avrebbe regalato dei versi profondi sulla condizione umana attuale.
    Per favore, non chiudete mai il blog e limitatevi a cancellare i commenti degli spudorati ignoranti.
    Grazie e un abbraccio a tutti voi.
    Cristiana

    RispondiElimina
  4. Che bello rileggere qualcosa del grande Vincenzo. Mi sono emozionata tanto.
    Grazie Cristina ed Annamaria. Abbraccio forte a tutta la famiglia.

    RispondiElimina
  5. Grazie, un abbraccio immenso a tutti voi, poter leggere ancora i suoi scritti è così bello! Scrivere permette agli altri di conoscerci più a fondo, il vostro amato nonno vi ha lasciato una meravigliosa eredità, potete sempre ritrovare parti grandi e piccole di lui nelle sue opere.
    Spero che anche voi stiate tutti bene, rinnovo il mio abbraccio e la gratitudine per questa condivisione.

    RispondiElimina
  6. Versi straordinari e commoventi. Graziella profondo del mio per averli postati

    RispondiElimina
  7. Grazie per regalarci ancora le sue parole, grazie infinite per questo,
    Sabina

    RispondiElimina
  8. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  9. Non chiudetelo questo blog, ritornare qui e rileggere i post è come ritrovare una persona amica. Rileggo i commenti che lasciava ai miei scritti sul mio blog e sorrido così come mi facevano sorridere o riflettere le sue poesie...

    RispondiElimina