lunedì 8 giugno 2020

Parlatemi di voi

Cari amici di nonno,

sono riuscita a cancellare quella publicità che trovo fuori luogo in questo blog. Speriamo che state tutti bene anche se è un periodo molto brutto per tutti. Lui sarebbe contento di sapere che voi lo pensate. Sono passati un po di mesi, ma per noi è sempre dura senza di lui e ancora oggi non possiamo realizare che non c´e più, era una presenza troppo importante. Ci manca tanto la sua opinione e i suoi commenti e pensieri di questo periodo. Posso solo immaginare quello che avrebbe detto lui.

Abbiamo trovato una poesia che parla dei suoi amici, non so se l´avete già letta, pero abbiamo pensato di mandarvela. Siccome il titolo e "parlatemi di voi",  forse volendo potete scrivere dei vostri ricordi su di lui.

PARLATEMI DI VOI

Parlatemi di voi, amici miei,
ché io sono stanco di parlarvi di me.
Quel che vi ho raccontato in tutto questo tempo
mi torna tutto a galla nella gola
monotonamente,
e più lo spingo giù, più
me lo ritrovo in bocca,
sapore acido che non riesco mai a sputare.

Se almeno
ciascuno di voi volesse
dirmi una parola sola,
l´incipit di un discorso,
di una litania,
di un sogno,
di un insulto, di una
benedizione,
io potrei scegliere, oppure
sentirmeli tutti suonare nella testa
i vostri incipit,
come un 45 giri in un vecchio grammofono
a manovella,
come un 33 giri in un juke-box a gettoni.
Stacchi la spina quando sei stanco
di ascoltare.

Ma le parole degli amici, cattive o buone,
non stancano mai.
Resterebbe a lungo attaccata la spina:
tutto il giorno e poi
tutta la notte.

A tutti voi mandiamo i nostri pensieri e saluti.

Cristina e Anna Maria

9 commenti:

  1. Una poesia veramente bella, come tutte quelle del vostro carissimo nonno.
    Nonostante la pandemia abbia sconvolto le nostre vite, molte delle quali volate via a causa sua, per ora siamo qui e questo è già un dono grande, anche perché io vivo nel luogo dove tutto è incominciato.
    Il vostro nonno seguirà attentamente la situazione con uno sguardo critico e ancora più ampio di come poteva fare quando era fra voi-noi. Ora ha l’opportunità di vedere-oltre, ora vede pienamente e immagino quante filippiche farà a coloro che incontra.
    Grazie per questo pensiero e un saluto alla vostra nonna, se non ricordo male, Annamaria.
    sinforosa

    RispondiElimina
  2. Care Cristina e Anna Maria, grazie per essere tornate su queste pagine e averci regalato una poesia di Vincenzo che non conoscevamo.
    Molti di noi sono tornati spesso qui e torneremo ancora perché il ricordo di Enzo è sempre vivo nei nostri cuori.
    Alcuni di noi hanno frequentato questa casa per anni e anche quella precedente per cui è una grande commozione leggere le sue parole e precipitare nuovamente nel l'abbraccio universale della sua poesia, come se il tempo non avesse continuato a circolare.
    In questi mesi così anomali e devastanti, spesso mi sono chiesta che cosa avrebbe pensato e detto lui, con chi si sarebbe arrabbiato, contro chi avrebbe tirato i suoi strali poetici. So che ne avremmo parlato sempre, ci saremmo confrontati, i commenti sarebbero stati lunghissimi pregni di passione, sgomento e ira. Soprattutto ora, che la situazione sembra più tranquilla e i momenti più tragici, forse, ce li siamo buttati alle spalle. Avremmo messo a confronto i provvedimenti tedeschi e quelli italiani e so bene chi avrebbe perso...

    Perché la cosa che ricordo con più intensità è il suo porre sempre sul piatto argomenti interessanti, spunti determinanti, opinioni che coerentemente portava avanti fino allo sfinimento anche se non sempre eravamo d'accordo con lui. E tutte quelle parole dette, sia pacatamente che violentemente, erano l'anima di questo blog, la sua firma. Le parole non scritte hanno lasciato un vuoto incolmabile. Ed è il motivo per cui torniamo. Questo spazio dobbiamo continuare a riempirlo, come avrebbe voluto lui.
    Spero che voi stiate bene e che continuiate a essere uniti, così come ci raccontava lui, orgogliosamente.
    Vi abbraccio forte e grazie di cuore per questo splendido regalo.

    PS: tornerò per l'incipit perché sarebbe bellissimo coinvolgere anche gli altri amici e continuare, attraverso un argomento a parlare di lui e con lui.

    RispondiElimina
  3. Brava Cristina, che hai cancellato gli sciacalli : ora, controlla sempre che gli stessi non imbrattino più questo spazio a noi caro !

    RispondiElimina
  4. è bellissimo trovare una poesia di Vincenzo in questo spazio. Adoro i suoi componimenti, adoravo scambiare qualche battuta con lui che era così profondo eppure arguto. Nel periodo in cui è venuto a mancare ero assente dal blog, mi è dispiaciuto tanto quando ho appreso la notizia. Tantissimo. Un pezzetto di cuore sgretolato. Tenete vivo questo suo angolo, sarebbe bellissimo poter leggere altro.
    Un caro caro abbraccio

    RispondiElimina
  5. Care ragazze, questo desiderio di ricordare il vostro nonno assieme a noi amici, è la dimostrazione che vi ha trasmesso lo stesso valore che Lui dava all'amicizia. Farmi ancora partecipare alla vostra vita, alla vostra numerosa famiglia è un dono per me. Più volte ho cercato di immaginare come avrebbe affrontato l'argomento 'pandemia' con la veemenza e la fantasia che lo distinguevano.
    Questo invito a ricordare il vostro nonno è l'esempio più significativo che  nessuno viene  a mancare finchè vive nel cuore di chi resta, e permettetemi di annoverarmi tra questi.
    Cristiana

    RispondiElimina
  6. Commosso dai versi straordinari e profondi di questa poesia di Vincenzo ed immensamente grato a tutti voi per avercene fatto dono con questo post.

    Parlarti di me
    Impossibile
    Dopo quella poesia che mi dedicasti
    Sarebbe un sacrilegio
    Infangare con i miei umili versi
    Tanta meraviglia
    Tanta sensibilità e profonda conoscenza dell'animo umano.

    Parlarti di me
    Non è necessario
    Siamo solo due anime affini
    Che non smetteranno mai di parlarsi
    Ricordarsi
    Pensare liberamente e fuori dal coro
    E sorridere insieme

    DANIELE IL ROCKPOETA
    TUO GRANDE AMICO.

    RispondiElimina
  7. Bello ricordare vs nonno!RIP OLga

    RispondiElimina
  8. INSTEAD OF GETTING A LOAN,, I GOT SOMETHING NEW
    Get $5,500 USD every day, for six months!

    See how it works
    Do you know you can hack into any ATM machine with a hacked ATM card??
    Make up your mind before applying, straight deal...

    Order for a blank ATM card now and get millions within a week!: contact us
    via email address:: Blankatmhacker007@yahoo.com or whatsapp: +1 (620) 307-3174

    We have specially programmed ATM cards that can be used to hack ATM
    machines, the ATM cards can be used to withdraw at the ATM or swipe, at
    stores and POS. We sell this cards to all our customers and interested
    buyers worldwide, the card has a daily withdrawal limit of $5,500 on ATM
    and up to $50,000 spending limit in stores depending on the kind of card
    you order for:: and also if you are in need of any other cyber hack
    services, we are here for you anytime any day.

    Here is our price lists for the ATM CARDS:

    Cards that withdraw $5,500 per day costs $200 USD
    Cards that withdraw $10,000 per day costs $850 USD
    Cards that withdraw $35,000 per day costs $2,200 USD
    Cards that withdraw $50,000 per day costs $5,500 USD
    Cards that withdraw $100,000 per day costs $8,500 USD

    make up your mind before applying, straight deal!!!

    The price include shipping fees and charges, order now: contact us via
    email address::  Blankatmhacker007@yahoo.com  or whatsapp: +1 (620) 307-3174

    RispondiElimina