domenica 20 maggio 2018

DOPODOMANI PRIMA DELLE 13

Dopodomani prima delle ore 13 entrerò e sarò ospite per diciotto giorni della MEDIAN Park-Klinik a Bad Dürkheim per una breve ma intensa cura di riabilitazione (REA), in seguito alle mie due operazioni che mi hanno -come si dice a Roma- abbastanza allazzito. 
Quando trovate il nome di di una località preceduto da "Bad" è come trovare in Italia il nome di un paese seguito da "Terme": significa che ci sono acque particolari, termali, come ad Aqui, ad Abano a Montecatini; così qui a Bad Dürkheim, Bad Kreuznach, Bad Bergzabern, una cosetta carina, si spera.
Dice che il personale della Median Park Klinik sia particolarmente accogliente ed ilare anche quando tengono e maronne stuorte o magari pure dopo che hanno trovato il marito a letto con la loro migliore amica.
Dice che sono molto freundilisch, amichevoli, anche se a te girano gli zebedei e le mandi a cagare.
Dicono che ti portano pure la colazione a letto se vuoi anche se non le ringrazi mai. Tutta questa grazia di Dio è concentrata in questa clinica situata in una zona bellissima, detta la Toskana tedesca, in mezzo ad una Weinstrasse -via del vino- famosa per un Riesling aspro e dal fondo di bosco.
Poi magari ti vengono a tirare per i piedi se non sei già pronto alle sette, se non fai una corsetta in Sportanzug di almeno dieci minuti e magari cinquanta flessioni in apnea.
Beh, ragassi e ragasse, se mi fanno questo scherzetto, magari al primo giorno gli andrà bene, poi la smetteranno i tapini perché ignorano che sono stato per anni campione europeo di lancio della scarpa " a coje".
NON posso portare il mio portatile. Subodoro il motivo. Pensano che me ne starei tutto il mio tempo libero a scrivere ed a colloquiare con voi. E pensano giusto.
Invece c'è un programma riabilitativo severo ma equo ed uguale per tutti, che speriamo funzioni. Non dovesse funzionare la clinica garantisce la presenza di tutto il personale per i funerali. È già onesto. 
Tutto sto bordel per dirvi che vi lascio soli per diciotto giorni. Poi vi racconto come è andata.
Mi accompagna mio figlio Alessandro, perché è Selbstständig, cioè lavora in proprio e può prendersi libero quando gli pare.
Mi verrà anche a riprendere al ritorno.
Per Anna Maria un ottima prova di vedovanza. Vediamo un po' se le conviene.
Sogghigno: lei non ha la patente. Al secondo giorno la immagino che gironzola in tutta la casa cercando i siti dove abbiamo fatto le nostre migliori litigate.
Non scaricate sui vostri maritini la rabbia di non potervi sfogare con me. Coraggio, il tempo passa comunque. E per i maschietti dico: leggetevi un buon libro guardando attentamente la punteggiatura, tanto c'è sempre un Editor che la mette a posto.
Ciao bella gente e state tranquilli: dopo questa bella esperienza (per loro) a nessuno verrà mai in testa di offrirmi un soggiorno in una clinica specializzata.
Ciao.
  

28 commenti:

  1. Farai impazzire anche loro, vai e torna in forma.
    Ofelia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti dirò che certe volte mi piace proprio tanto. Da piccolo il mio bersaglio era mia nonna -la Malavisi, come la chiamavamo io e mio fratello-, poi divenne mia zia Giulia, ma sempre una questione familiare. Insomma mi piace fare incazzare la gente. Non posso abdicare al mio ruolo primario: il rompicoglioni.
      Tornerò in gran forma, promesso.

      Elimina
  2. Punto uno:
    sono stato per anni campione europeo di lancio della scarpa " a coje".
    Ora sei campione mondiale di sfruculiamento zebedei.. povere infermiere!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! ahahahahahahah

    Punto due.
    mi annoierò a morte, chi mi prenderà per i fondelli??????????

    Punto tre:
    pc no, ma il cellulare sì, vero???????

    E dopo queste smancerie..............
    buon soggiorno e TORNA VELOCEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEE!
    Bacio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E quanti punti!
      Punto uno: leggere risposta al commento di Ofelia. Più che un campionato mondiale è una vocazione.

      Punto due: mi spiace per te. Sai che puoi fare? Rileggiti vecchi commenti miei.

      Punto tre: Spero ci sia campo sui monti, o il W-LAN in clinica.

      Velocissimo. A me già sta sul gozzo andare.

      Elimina
    2. Intanto, fai quello che dicono loro senza fare i capricci e poi.... sai che noi siamo masochisti e ti aspettiamo, no?
      Bacio!

      Elimina
    3. "Fai quello che dicono loro" al tempo: dipende da quel che vogliono. Sono stato anche troppo tranquillo in Ospedale, poi mi sono ribellato quando la mia caporeparto, una dottora quarantenne con un bel culo -e lo sapeva- mi rimproverò dicendomi che di solito in Chirurgia si doveva stare un po' più tranquilli.
      Non aveva ancora concluso con la sua ultima sillaba quando io le ricordai che lì dentro io ci stavo per colpa loro, quindi stesse tranquilla lei. "Sie sollten ruhig bleiben, von meine Seite ware's ich schon zuviel"
      Und Amen.
      cioBa.

      Elimina
  3. Sarai "servito e riverito" ! Ma che te lo dico a fare, tu sei sempre servito e riverito, dico bene simpatico schiavista?
    Distinguiti e non dire parolacce in tedesco, sfogati con quelle italiane, di cui hai ampia cultura.
    Non toccare il sedere alle infermiere, evitando loro di pensare 'ecco il solito italiano'.
    Attaccati al telefono, quando te lo permetteranno e chiama noi amici, almeno l'assenza ci sembrerà più breve.
    Tornerai a giugno inoltrato e hai visto mai che abbia smesso di piovere?!?.
    Un abbraccio super.
    Cri

    RispondiElimina
    Risposte
    1. *)Le parolacce ai tedeschi si dicono in tedesco per fargliere apprezzare bene. In italiano capiscono solo i vaffa, ma vuoi mettere un bel LECK MICH AM ARSCH?
      **) Mai toccato sederi, non mi dà nessun brivido. Ben altra cosa è sempre stato PER ME depositare una mia manina nel punto più caldo delle vostre cosce e tenercela morbidamente magari senza profanare il sacro tempio.
      Farò in modo di sentirvi telefonicamente. Speriamo ci sia il W-LAN.
      Abbraccio super.

      Elimina
  4. Mah, ho idea che ti annoierai a morte.
    Passerà velocemente, intanto prendi appunti che poi ci devi raccontare.
    Un abbraccio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sto pensando inorridito a come sarebbe stata bella sta settimana dopo in KO inflitto alla Lazietta, e invece mi devo preparare la valigia. Che sfiga!
      Bacio. Ciao.

      Elimina
    2. Vittoria immeritata stavolta😉

      Elimina
    3. Questa volta, tanto per cambiare, NON siamo d'accordo.
      Perché immeritata? Il loro gioco era più facile del nostro, perche noi DOVEVANO vincere e a loro bastava un pareggio.
      Noi abbiamo giocato coi Leistungsträger (quelli che dovevano farci vincere) che sembravano dimezzati. Sto parlando di Perisic, di Icardi, di Brozovic e di Rafinha.
      Loro si sono trovati in vantaggio su una deviazione col muso di Perisic. Noi li abbiamo ripresi con le nostre forze.
      Loro sono riandati in vantaggio in contropiede e noi li abbiamo ripresi buttandoci il cuore di tutti.
      Il rigore procurato da Icardi è stao un capolavoro.
      A quel punto e in 11 contro 10 non c'era più partita, ma noi ce l'avevamo messa tutta e loro non ne avevano più.
      Amala Mariella, amala. Siamo tutti pazzi noi fedelissimi della squadra più pazza del mondo. E poi memento: siamo i migliori perché quando vinciamo noi vinciamo contro tutti e a noi nessuno ha mai regalato NULLA.E comunque TRIPLETE solo noi e MAI STATI IN B.
      Ciao bellissima e ancora memento: il prossimo anno se i Ming non ci smontano sta squadra e se ci danno un paio di rinforzi noi si arriva fino in fondo.
      Ricordatelo e scrivitelo: 21 maggio 2018 profetò Enzo un grande campionato ed una grande Champions.

      Elimina
    4. 😁😁😁😁😁 dai che ti ho caricato bene per i prossimi quindici giorni!

      Elimina
  5. Buona riabilitazione e sii paziente. Buona serata.
    sinforosa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Paziente? E che vôr dì?
      Ciao e grazie Sinfo.

      Elimina
  6. Buon riposo e buona riabilitazione, Enzo!
    Dai, tornerai come nuovo. Non fare troppo il marpione con le belle infermiere. ;-)
    Un abbraccio, amico.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La maggior parte sono brutte anzianotte e culone come Angela Merkel. Che marpione vuoi che faccia? Sono mica così mal messo, sai? :-)))
      Un abbraccio a te.

      Elimina
  7. Buona vacanza allora!
    Ti aspettiamo e mi raccomando...non fare troppi complimenti alle fanciulle che ti seguiranno...ahahahahah...altrimenti Annamaria ti rovescera` addosso una scarpiera intera!
    Già mi manchi sappilo...ciaoooo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche tu con la storia dei complimenti alle femmine! Ma io da tempo sono andato in pensione. Non dico mica che...non lo farei...ma solo se ne valesse la pena. Ma poi penso alla faticata...e lascio stare.
      Bello però sentirselo dire.
      Ciao sorellina.

      Elimina
  8. Goditela che nonostante qualche momento noioso sarà riposante e piacevole. Tornerai più pimpante di prima e tutti noi ti si aspetta, questo già lo avevi subodorato :-))) Ciao ed a presto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Temo che dovrò inventarmi qualcosa per non slogarmi le ganasse per gli sbadigli. Nemmeno il portatile! Allorara se non lo porti che portatile è?
      Ciao Daniele, a presto:-)))

      Elimina
  9. Quindi domani??? Il 22!... Ooohh, ma mancherai tantissimo!... Ho fatto i conti: per il 9 giugno dovresti essere di ritorno, giusto? ^_^... Vai, ammazzali, rigenerati e torna!! Io, noi, ti aspettiamo!
    Ti abbraccioooooooooo

    p.s. sii clemente con quelli della clinica, sono così zen, perchè far loro cambiare rotta! ahahhahahahahah
    tanti tanti baci :***

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Temo che mi annoierò mortalmente senza alcune mie abitudini.
      Quando io mi annoio divento ancora più ruvido.
      Cercherò di stare calmo, tranquilla.
      Grazie Irene, di cuore.

      Elimina
  10. e chi t'ammazza a te, Vincé!
    Un bacione!

    RispondiElimina
  11. Quindi sei già li da due giorni, ti abbraccio aspettando di leggere com'è andata al tuo ritorno.

    RispondiElimina
  12. Adesso sono trascorsi una decina di giorni, dovresti essere a buon punto. Spero che il resoconto finale della cura termale sia molto sintetico. A meno che...

    RispondiElimina
  13. Penso tu sia quasi di ritorno ormai...sarà un piacere leggere le tue cronache sulla Klinika tetesca!

    RispondiElimina