martedì 27 giugno 2017

TRE SILLABE


A-mo-re.

Tre sillabe che mi rimbalzano dentro
il palato, senza incontrarsi
mai.

la sensazione di un soffio
di vento generoso e fresco mentre le distacco
le une dalle altre,

il bisogno di chiudere le palpebre
per immaginare...cosa?...Qualunque cosa
che rassomigli ad un a-mo-re.

Occorre poco:
ai giovani solo fantasia,
a quelli come me
la memoria basta.



Scritta il 23 aprile 2017 come commento ad un post bei Myrtilla's House blog e da me chiamata 

Poesia schioppettata secca n° 1

perché letto il post, immaginata la poesia, scritta come dire "cotta e mangiata". 

18 commenti:

  1. La ricordo. Efficace, diretta, emotivamente coinvolgente, Dovresti aprire una rubrica qui dal titolo "Cotta e Mangiata" :-)) e postare tutte le poesie scritte in quel modo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Una rubrica? Lasciamici pensare.
      mumble, mumble....ma poi qualcuno mi dovrebbe dire come si apre una rubrica...
      Grazie Daniele, quando pubblico una poesia aspetto sempre un tuo giudizio, come tu fai con me. Stai a vedere che ci compensiamo...

      Elimina
    2. Nel titolo Scrivi "Cotta e Mangiata": "titolo poesia" e lo fai ogni volta che posti una poesia "cotta e mangiata" :-)))

      Vero, tra noi c'è una stima molto forte ed anche una bella amicizia virtuale se vuoi, ma sempre amicizia resta. Pertanto è chiaro che ciascuno dei due ascolta ed attende le parole dell'altro a commento delle proprie poesie o del proprio post se è in prosa.

      Elimina
    3. Innanzitutto grazie della dritta.
      Poi della stima e dell'amicizia, che è reciproca. Il feeling nasce spontaneo, a pelle come si suol dire, ma ci deve essere affinità elettiva, che in effetti c'è. Non è quindi niente di miracoloso, ma naturale.

      Elimina
  2. Sei tu che sei scoppiettante! 😊😊😊😊😊
    Bacio

    Dai retta a Daniele. Ti ha dato un'ottima idea.

    Amore....
    Infinito ardore
    Che
    Sempre vive
    Nel corpo o nei ricordi
    Profondo, potente
    Invadente
    Come miele
    Che
    Si scioglie in bocca,
    In gola
    Nel cuore

    Ciaooooo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono io? Devi avere ragione perché da quando sono stato ospite del mio urologo e gli ho lasciato fare un "Untersuchung", una visita particolare -interna con un aggeggio con cui nel medioevo la Santa Inquisizione estorceva confessioni, ma io ero localmente narcotizzato- mi spuntano "Bluterguss" piccoli versamenti da capillari qua e là. Devono essere gli scoppi interni di cui parli tu.
      Ottima idea, certamente, ma come faccio? Scrivo in alto con un hastag "Cotte e mangiate" e sotto i piatti pronti? Si fa così?
      Bella la tua, grazie.

      Elimina
  3. Cotta e maggnjata, è sempre 'n' emozzjone,
    come l' amore è 'na bbenedizzjione,
    Tu chjamala se voi una scanzjone :
    io dico invece ... questo è @Jacopone !!! ^_*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahò, ma tu sei er mejo! Ma che stamo a discute io e Daniele con tutte le altre, tipo Patricia, tipo Ofelia Deville, che de sicuro so bravucce , semo bravini, ma tu ce freghi in curva vecchio vorpone. Te possino cavalliè, mo me te so capito perché te fai chiamà "erante", pe piacce per culo...tu nun sbaji na botta...nun capì storto, stamo parlanno de poesia e no de donne, nun te montà.
      Ciao cavalliè, ar piacere de ritrovatte.

      Elimina
  4. Vincenzo, bravissimo.
    sinforosa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Sinfo, sei sempre carinissima.

      Elimina
    2. Se di versi poetici miei si può parlare, non v' è il minimo dubbio che la fonte sei Tu, mio caro @Vincenzo, una fonte invero INESAURIBILE !!! ^_^

      Elimina
    3. Grazzie Cavalliere che nun sbaja mai manco quanno ce prova. :)))

      Elimina
  5. Bellissima, si legge che è un piacere.
    Per creare l'amore, secondo me, basta una sola cosa: amore.
    Un abbraccio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Contento che ti sia piaciuta.
      "Per creare l'amore.....basta l'amore". Sembra la scoperta dell'acqua calda, invece è una profonda verità.L'Amore con la A maiuscola non è una robetta è una robona. Quando lo crei è per sempre, spesso non lo sai ma te ne accorgi dopo tanti anni.
      Ricambio l'abbraccio.

      Elimina
  6. A-MO-RE
    A-MO
    L'importante è non togliere la prima sillaba e farlo vivere per sempre perchè non si può rinnegare qualsiasi genere d' A-MO-RE sia o sia stato.
    Cri

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, la A è fondamentale. Ma per farlo vivere per sempre occorre la collaborazione attiva di tutti e due gli interessati, e già, perché se sono veramente interessati nemmeno devi pensarci, la collaborazione viene spontanea ed automatica.

      Elimina
  7. Sublime, non c'è che dire...la memoria può aiutare ma i passi di questa danza non si scordano mai.

    Ora come ami dire tu, ecco la mia risposta a questi tuoi versi, così cotta e mangiata:

    Amore
    anima di sale
    sole di malinconia
    ricordo di lacrime amare.
    Amore
    terra fertile
    madre di bellezza
    culla di vita.
    Amore
    amplesso di sensi
    impudica preghiera
    che sfugge da bocche ingorde.
    Amore
    che tradisce
    che ferisce
    che imprigiona
    la follia.
    Amore
    Amore
    Amore.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. C'est formidable! La mia prima epigone. Dai che ce la fai! Vedi come è bello tirare fuori al volo quello che è già dentro.
      Molto bella, sissignora, molto bellissima assai la tua poesia schioppettata ovvero "cotta e mangiata", mi compiaccio con te.
      Una colta ed evoluta serie di definizioni di quella cosa grande che tutti dicono di conoscere ma forse solamente pochi sanno dove stia di casa. Tu lo sai, è "un'impudica preghiera che sfugge da bocche ingorde". Splendidamente espresso, Ofelia.

      Elimina